sabato 14 ottobre 2017

Marionette (Beniamino Gigli)


Marionette (1939) Regia di Carmine Gallone. Scritto da Ernst Maritschka. Fotografia di Musiche di Verdi, Schubert, Brahms, Flotow. Auber. Canzoni di Bixio e Melichar. Marionette di Yambo (A.Novelli). Interpreti: Beniamino Gigli, Carla Rust, Lucia Englisch, Nicola Maldacea, Paul Kemp, Theo Lingen, Marcello Mastroianni, e molti altri. Durata: 95 minuti

Nel film "Marionette" Beniamino Gigli interpreta un tenore ricco famoso (Mario Rossi è il nome scelto per il personaggio) che per sfuggire al pressante calendario impostogli dal suo agente molla tutto e va in campagna sotto falso nome. Va nella vigna di sua proprietà, che cura personalmente proprio come un qualsiasi contadino. Mentre si sta spostando in bicicletta, vestito in tutto e per tutto come uno del posto, provoca la brusca frenata del camion di un teatro di marionette; scopre che il proprietario del teatrino è un suo amico e, dato che nella frenata sono caduti i dischi usati abitualmente negli spettacoli, si offre di cantare lui stesso di persona, nascosto dietro una tenda. Qui lo ascolta una donna giovane e ricca, che si convince di aver scoperto un fenomeno e vuole scritturarlo; c'è tutta una serie di equivoci e alla fine l'amore trionfa. Gigli canta quasi soltanto canzoni, "mamma non vuole babbo nemmeno" fa da motivo conduttore; poi canta Bixio, qualche altra canzone, e M'apparì dalla Martha di Flotow. Nel finale, in concerto, arie dal Rigoletto, la Serenata di Schubert in italiano e la Ninna nanna di Brahms in tedesco, ma purtroppo sempre interrotto e sovrapposto alle voci degli altri attori. Le marionette sono di Yambo ( A.Novelli, secondo i titoli di testa; difficile reperire informazioni in proposito, posso solo ricordare che lo scrittore e disegnatore Yambo si chiamava Enrico Novelli) e sono molto belle e molto somiglianti agli attori che vediamo nel film, e anche mosse magnificamente: mettono in scena il Rigoletto, voce di Gigli per il Duca, più l'aria famosa dal Fra Diavolo di Auber, "quell'uom di fiero aspetto". Gli attori sono in gran parte tedeschi, è infatti una coproduzione italo-tedesca girata a Cinecittà; Nicola Maldacea ha una piccola parte come uno degli attori, su www.imdb.com  segnalano anche la presenza di Marcello Mastroianni, probabilmente una comparsa (io non l'ho notato). Carla Rust è l'innamorata di Gigli, Lucia Englisch la cuoca graziosa e vivace che viene fatta passare per contessa da Gigli e dai suoi amici. Gli aiutanti del marionettista sono recitati da un duo tedesco (Paul Kemp e Theo Lingen) che dovrebbe essere comico ma le loro scene sono piuttosto noiose. Non un gran film, ma non dispiace. Gigli è già piuttosto traccagnotto, come attore fa quel che può ma nel complesso regge bene la scena e piace.

 

Nessun commento:

Posta un commento